07:Salernitana-Genoa

Caduta all'Arechi

Autore: 
mashiro

Il Genoa che si presenta all'Arechi è una squadra nel limbo: la classifica non è particolarmente tragica, anche se complicata, il gioco latita e la difesa non convince.

Ballardini all'Arechi va per il punticino e per farsi la sosta tranquillo, Castori al contrario ci arriva con 0 vittorie, una difesa colabrodo e una squadra che fatica.

La settimana di preparazione procede male: il Genoa dopo aver perso Biraschi, annuncia i forfait di Zinho e di Caicedo, la partita comincia anche peggio Destro si ferma nel riscaldamento ed Ekuban inizialmente in tribuna scivola nei 23 con Bianchi all'esordio dal primo minuto.

Partiamo con un 3-5-2 abbastanza coperto e contratto, la Salernitana incitata dal pubblico vuol vincere a tutti i costi mentre noi cerchiamo per lo più di non perdere.

La  partita che ne esce è maschia e bruttarella, pochissime le occasioni nel primo tempo la più nitida per Bianchi al 47esimo che dal limite la spara di poco a lato. Per i granata l'occasione migliore arriva poco prima su corner dove una rovesciata estemporanea di Coulibaly innesca l'improbabile voleé di Gagliolo che si spegne negli spalti.

Il Genoa senza Destro è velleitario in avanti, con Bianchi molto poco coinvolto dai compagni e Kallon che prova con la sua vivacità a impensierire i granata.

La ripresa inizia con lo stesso spartito la Salernitana prova ad alzare i giri e il Genoa a rispondere con qualche buona sgroppata, quando manca mezzora alla fine parte la girandola dei cambi: dentro Fares, Ekuban e Ghiglione nel Genoa, Djuricic e Bonazzoli che sostituiscono Gondo e Simy nella Salernitana.

Il Genoa che si era schierato con il 4-2-3-1 per provare ad alzare il baricentro si brucia 2 slot di cambi perché capitan Criscito è costretto ad alzare bandiera bianca causa infortunio. Nel tourbillon di cambi passa la Salernitana

I granata passano su corner con Ekuban e Maksimovic che si fanno bruciare da Djuric e Sirigu incolpevole sulla decisiva deviazione di Maksimovic.

Il Genoa ha diverse occasioni per pareggiarla un paio veramente clamorose ma Belec si supera e mantiene inviolata la porta granata.

Difficile giudicare la partita in un infuocato Arechi con un fondo improbabile il Genoa gioca una partita difficile: tante assenze prima e durante il match mettono in difficoltà un Ballardini che a sto giro pare incolpevole.

Consolano poco le statistiche che parlano di un match equilibrato con il Genoa a giocare di più il pallone e tirare più in porta.

Speriamo che la sosta contribuisca ad alzare i giri per Fares, Maksimovic e Touré che dopo i buoni esordi stanno un pò pagando il deficit di condizione e soprattutto che col Sassuolo si possano vedere Caicedo e Destro oggi a riposo per problemi fisici.

Sirigu 6: incolpevole sul goal e poco sollecitato.

Bani 5,5: fa una discreta guerra con gli avanti granata non sempre è preciso.

Maksimovic 5: goal numero 3 sulla coscienza del serbo, che si fa ammonire nel finale con un brutto intervento su Bonazzoli.

Criscito 6: prende qualche colpo ma nel reparto difensivo è tra i migliori fino al brutto infortunio che lo costringe al cambio.

Sabelli 5,5: qualche buona sgroppata e qualche pessimo disimpegno, non è iniziata benissimo la sua avventura in rossoblù.

Touré 5,5: cala alla distanza, col fisico e qualche buon passaggio nel primo tempo fa anche il suo, pessima la scelta del piattone dal limite con tutto lo spazio e la porta davanti.

Rovella 6,5: ottima la punizione nel finale, sempre piuttosto pericolosi i suoi corner e preziosissimo per chilometri percorsi.

Badelji 5,5: ancora in affanno, Ballardini lo allontana dalla difesa per nascondere le difficoltà fisiche, ma è ancora indietro.

Cambiaso 6,5: chiediamo forse tropppo al giovane rossoblù costantemente cambiato di fascia e miglior opzione per le sgroppate offensive del Genoa. La tenacia c'è, i chilometri percorsi anche. Siamo generosi. 

Kallon 6: l'impegno è innegabile, qualche buona intuizione la fa anche vedere, per reggere l'attacco di una squadra di A però manca ancora parecchio.

Bianchi 6: poche cose fatte bene, ingeneroso prendersela con lui buttato dentro quasi senza riscaldamento.

Ekuban 5: che non si sia allenato coi compagni tutta la settimana si vede dalla condizione, l'impegno c'è solo quello non basta.

Fares 5: dopo l'ottimo esordio col Cagliari prestazioni in calo per l'algerino, che entra male e non si fa praticamente mai vedere.

Ghiglione 6: qualche buona sgroppata nel finale dove entra a freddo.

Pandev 6: pochi minuti, qualche bel guizzo non troppo fortunato.

Ballardini sv: difficile giudicare una partita del genere, il Genoa tiene discretamente il campo con la Salernitana ma l'attacco è leggerissimo e si vede, va sotto su corner ennesimamente ed è altrettanto difficile non dargli colpe. Ma le attenuanti ci sono quella che si presenta all'Arechi è una delle peggiori rose di serie A e lo spettacolo visto è da bassa serie B.