QUI CE VOLE STRABECCIONI !!!

Buondì, me presento: il mio nome è Alvaro Strabeccioni. So’ stato convocato in fretta e furia da un direttore sportivo dimissionario e da un allenatore dimissionato, in un centro di missionari (dedicato a Papa Pio quarcosa) pieno di mercenari, di mignottari, di marchettari e di marionettari. Sono qui in missione per conto di un capitano d’industria, il presidente che tutto vede e tutto sente, che non tace ma acconsente, con il ricco e col potente. So’ Strabeccioni e so’ stornellaro del Testaccio, tutto dico e tutto faccio, se mi sbaglio lo rinfaccio, se ti irrido lo rifaccio.

 M’hanno chiamato ar capezzale (nun pensate male, nun fate battute, per quell’artra cosa annavo a Dubbai) de ‘na gloriosa compaggine che se la sta a passà male, ne li bassifondi della serie A.
Io so’ giovane, ma ho i miei metodi che studio da quanno c’avevo sette anni, cor subbuteo de ‘mi fratello Arrigo detto Er Zonapura. M’hanno convocato d’urgenza pe’ sta dietro le quinte e preparà ‘sta banda de vizziati, de scoglionati, de prezzolati, de preziosati, de rimandati, de rinculati, de fidanzati, de beneamati, de indiavolati che se pijano la primmavera nelle loro belle villette o residens sul mare. Ho lavorato come un negro (ma non Constant, co’ quello manco ce parlo) per stilare un programma personalizzato pe’ sti caproni, che darà i suoi frutti già questa domenica, vedrete che robba!

A Frey ho preparato ‘na nuova ddieta: un bianchetto al giorno e niente bianchino prima d’a partita. Pe’ Mesto me so’ affidato a ‘na nuova tecnica rivoluzzionaria: la riflessologia molecolare. Se tratta de collegà i piedi al cervello. Er probblema che li piedi de Mesto bisogna da collegarli ar cervello de Rafinha, pe’ falli annà decentemente. E non è facile stabilì un collegamento molecolare tra Genova e Monaco.
Pe’ Moretti ‘na visione de film de Nanni, soprattutto “Sogni d’oro”.
A Kaladze j’ho messo paura. J’ho detto che c’ho avuto ‘na soffiata che j’arriva ‘n’avviso de garanzia pe’ tutti li mezzi stipendi in nero pagati da Berlusconi negli anni de Milan e che je bloccano i conti in Lichtenstein mentre quelli in Georgia li ha già bloccati Putin. Così dovrà giocare fino a 41 anni pe’ recuperà…altro che ritiro a giugno. Vedrete come giocherà col turbo a li testicoli…
A Carvalho ho detto di credere a Kaladze che è ancora convinto de trovasse de fianco ar portoghese der Chelsea.
A Bbiondini ho regalato le videocassette de Moscardi e Mutarelli pe’ faje vedè quello che non deve proprio fa’.
A Veloso ho regalato un giradischi a 33 giri con dischi a 16 giri, un frullatore che ha solo la velocità 15, un metronomo fisso sul 240, uno sfigmomanometro guasto, la bicicletta de Moser a Città del Mexico, un monolocale nel centro di Milano e tante altre belle cosucce per nun vive ‘na vita ai suoi ritmi.  
A Jankovic un amuleto azteco.
A Kucka un muletto da magazzeno.
A Ze Eduardo un culetto da Manesseno
A Sculli un avvocato nisseno.
A Gilardino un ballerino rumeno.
A Marco Rossi nun j’ho detto niente. E che je devi dì che non je stia già dicendo Madre Natura?
A Bovo ho chiamato un carro attrezzi che s’o portasse via.
A Palacio j’ho detto “si pperdiamo torna Gasperini”
A Belluschi j’ho detto de chiede a Zanetti e Cambiasso come cazzo se pronuncia er suo cognome. Intanto che quelli se ‘mpappineno con la lingua tra li denti, lui li scarta fuori area e te fa l’assiste.
E infine me so seduto de fianco a Pasquale e ci ho detto: “lascia sta’ le tattiche, er proggetto, le sparate der padrone, li lamenti dei tifosi, le iettature de li livorosi, li proclami dei polemisti, le scorregge degli opinionisti. Pensa che è solo n’anno de passaggio, de lavaggio e de ingrassaggio, nun te ‘nfilà nell’ingranaggio,fatti fare un bel massaggio,prendi un poco de coraggio e nun famoje ‘sto omaggio”.
E’ che so’ Strabeccioni, non sono un guru dei campioni, numme ‘ntendo de palloni, ma si nun tirate fuori li cojoni, ve scateno contro l’ira dei Grifoni.
A Milano se deve da giocà col coraggio del leone e la tenacia der mulo.
Altrimenti annate tutti a farvelo stroncà ‘nter culo. 

Commenti

In ritardo ma...

Strepitoso! laugh

Stra-spettacolare!!

Stra-spettacolare!!
Un fiammifero acceso nella notte Smile

spettacolare strabeccioni

spettacolare!
non se la migliore è: "Er probblema che li piedi de Mesto bisogna da collegarli ar cervello de Rafinha, pe’ falli annà decentemente." oppure "A Palacio j’ho detto “si pperdiamo torna Gasperini”"
davvero geniale, complimenti!