Mezza stecca all'esordio al Ferraris

Autore: 
mashiro

I 20'000 del Ferraris sono carichi e contenti, l'affare Aramu in chiusura e la vittoria al cardiopalma in quel del Penzo han rasserenato l'ambiente che ha fame di tornare nel massimo campionato e vive con un malsano equilibrio fatto di ansie ed esaltazioni. Nel cuore della Nord serve l'esaltazione per guidare la carica dei bersaglieri di Blessin.

Troviamo un Benevento sensibilmente diverso da quello propositivo visto in coppa, 5 difensori quasi sempre schierati, pochissimo spazio tra difesa e porta, pochi svolazzi.

Il Genoa ha il merito di gestire bene la palla, per cercare di scardinare la difesa delle streghe, ma tra fuorigioco e var oggi non siamo fortunati.

Coda gira un pò a vuoto, mentre Ekuban va a sprazzi: tante volte perde il tempo di gioco, altre volte riesce con qualche giocata a proteggere il pallone e a far girare la squadra.

Quasi immarcabile Gudmunsson e ancora molto positivo Portanova, sua l'occasione più ghiotta del primo tempo con un rigore concesso live e annullato non si capice quanto giustamente dal VAR pochi minuti dopo.

Il Genoa ha ritmo e voglia, fatica però a trovare la giocata giusta per 45 minuti e il Benevento ha buon gioco nel tenere il risultato.

Difficile dire di più della prima frazione di gioco, trovare velocità e ritmo con difese così chiuse non è banale e speriamo che Aramu si riveli il coltellino svizzero giusto, anche solo per migliorare sensibilmente la quota di palloni che Ekuban rallenta perché non vede la giocata o sbaglia lo stop.

Nella ripresa lo spartito cambia per 10 minuti con il Genoa che perde terreno e le streghe ci mettono un pò sotto pressione, Martinez ci mette una bella pezza togliendo palla a La Gumina solo al limite dell'area piccola.

Blessin capisce l'antifona e primo giro di cambi dentro Jagiello e Yeboah per ridare ritmo al Genoa che ne trova abbastanza da non concedere più occasioni ma fatica a crearne. Quando Yalcin sembra sul punto di subentare a Gudmunsson, il folletto islandese sparito dal campo nella ripresa, si inventa 2-3 discese fenomenali che Yeboah e lo stesso Gudmunsson non finalizzano bene.

Nel finale c'è spazio per qualche bella conclusione dalla distanza di Pajac, Badelji e Frendrup tutti tiri che Paleari disinnesca bene.

Il ragazzino danese è per distacco il migliore dei nostri, trovare spazio per Sturaro sarà complicato, problemi di Blessin.

In conclusione difficile chiedere di più ad allenatore e giocatori, questi siamo, abbiamo dato tutto quello che avevamo e i pochi centimetri che ci han premiato con il Venezia oggi ci han tolto 2 punti che comunque nel complesso avremmo meritato.

Martinez 6: un uscita coi brividi e un disimpegno da infarto, la parata su La Gumina vale la sufficienza da sola.

Hefti 6: qualche ottima discesa. tanti chilometri, ci si aspetta sempre di più.

Bani 5,5: tanto mestiere ma il reparto sembra sempre in affanno, soprattutto in costruzione, esce coi crampi.

Dragusin 5,5: vale lo stesso discorso del compagno di reparto, mai sicuro quando la palla ballonzola dalle sue parti, sicuramente comunque efficace per 80 minuti su 90.

Pajac 6: non mi entusiasma ma come Hefti tanti chilometri, qualche buon passaggio più che rivedibile sui piazzati. Più che onesta partita.

Badelji 5,5: nel primo tempo litiga troppo spesso con la palla perdendone alcune banali, nella ripresa meglio, pregevole la conculsione dal limite.

Frendrup 7: uomo ovunque del centrocampo rossoblù tocca tutti i palloni, sporca tutte le traiettorie, recupera qualsiasi cosa. La sua conclusione dalla distanza meritava il goal solo per essere degna conclusione di una gran partita.

Portanova 6,5: esce stremato al 60esimo dopo una ammonizione intelligente, se tiene il piede sull'uscita di Paleari fa mille.

Gudmunsson 6,5: primi 45 minuti molto bene, scende di ritmo nella ripresa ma appena il Benevento si allunga trova 3 serpentine geniali che meritavano davvero miglior sorte.

Coda 5,5: svaria sul fronte dell'attacco per tutto il primo tempo e fatica a trovare una decente intesa con Ekuban e Yeboah che proprio non parlano la sua lingua, nelle poche volte in cui ha la possibilità di calciare sembra con le polveri bagnate.

Ekuban 5,5: nel primo tempo alterna giocate terribili a scelte geniali. Nella ripresa complice il calo dei compagni restano le giocate terribili.

Jagiello 6,5: la palla che crossa su Yeboah è un cioccolatino, in generale entra bene in partita ha meno ritmo di Portanova ma ha più tecnica, buono l'impatto sul match.

Yeboah 5: la spizzata di testa mandata a lato lo deve aver innervosito oltre modo perché non azzecca praticamente niente, sfortunato a essere in fuorigioco di poco sul cross di Gudmunsson.

Yalcin 6: qualche discreta giocata, a spanne non lo vedremo molto spesso dall'inizio, sembra prediligere i ritmi lenti e un calcio meno forsennato ma tecnica e fisico sono dalla sua.

Ilsanker sv: pochi minuti per mettersi in mostra, penso che tra non molto prenderà il posto di Bani o di Dragusin come leader del reparto difensivo, il carisma e l'autorevolezza non sembrano mancare.

Blessin 6,5: le occasioni ci sono state e onestamente sono più i calciatori ad averle sbagliate che non i suoi schemi a non averli messi in condizione di segnare, il Benevento è pericoloso in 2 occasioni su 90 minuti, meno che il minimo sindacale. Forse avrei dato più minuti a Yalcin per provare a sbloccarla, per il resto poco da dire.

Commenti

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.

ERI ALLO STADIO?

Mashi, probabilmente eri allo stadio.
Lì le sensazioni sono più giuste, ma certi dettagli si perdono.
Martinez sbaglia completamente l'uscita bassa e non tocca la palla. Per fortuna La Gumina non ci crede. Una toppata clamorosa.  Altre incertezze che tu giustamente segnali e anche due o tre errori con i piedi. Quindi la sufficienza non ci sta.
Sei un po' troppo severo con Bani e Dragusin, spesso costretti ad arrangiarsi in grandi spazi.

Io l'ho data/vista per

Io l'ho data/vista per colpita o comunque per azione determinata da Martinez che ostacola l'attaccante da solo contro di lui, però si ero allo stadio e qualcosa si perde sempre:)

Sui casi da moviola...

Dalla televisione:
sul presunto rigore Portanova si tuffa platealmente prima di venire a contatto col portiere. Purtroppo visto il replay, giusto annullare la decisione.
Sull'occasione di LaGumina, martinez esce prontamente ma non la tocca, pero' disturba la mezzapunta avversaria che non riesce a toccarla bene.
Su Gudmundssen in dribbling in area intervento pulito sul pallone del difensore
Sul gol non gol di Yeboah, faro' dietrologia ma a me sembra che abbiano cercato il pelo nell'uovo di un fuorigioco millimetrico perche' non sapevano se la palla era entrata o no. Nell'occasione ho scoperto che in B c'e' la VAR ma non la goal line tecnology...
Comunque se Portanova prima e Gudmundssen dopo fossero stati piu' furbi, mettendo il piede a proteggere il pallone,  il Genoa si prendeva due rigori ed anche su queste cose bisogna migliorare...

Riguardatelo meglio.  E'

Riguardatelo meglio.  E' rigore netto anzi nettissimo.

Portanova però viene

Portanova però viene trattenuto dal difensore ben prima di saltare per non travolgere Paleari, secondo me sbaglia doveva andare dritto e prendere il colpo.
Ma il rigore è del difensore che lo trattiene, poi per carità è meno di un mezzo rigore e pace.
Se non hai vinto non è colpa degli arbitri.

Martinez

Avrò visto male io, ma a me su La Gumina è sembrato uscire a vuoto nell’area piccola…
Boh, continua a non darmi nessuna sicurezza e con i piedi stasera ha combinato un pasticcio enorme: credo fosse Viviani, se invece di calciare la passa ai due compagni che erano al limite, rischiamo di perdere una partita che -imho- nel secondo tempo abbiamo quasi dominato e che avremmo meritato di vincere.

Detto che dalla Nord mi ha

Detto che dalla Nord mi ha dato nettamente l'impressione di averla presa, sicuro che La Gumina fosse solo non era colpa sua e in qualunque modo abbia impedito che ci desse, fosse anche soffiando sul pallone è stato bravo Smile Invece ha sbagliato un paio di disimpegni, quello con Frendrup e quello con Pajac che si è intestardito a dare a sinistra. Comunque per aver giocato 90 minuti con gli avversari in pressione costante su quel tipo di costruzione per me 2 rischi così sono meno che il minimo sindacale.

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.