Re:Re:Piccoli Genoani Crescono

in realtà secondo me Aramu è un bel colpo
 
LajosDetari, mi aggancio a te per comodità, ma non voglio contestare ciò che sensatamente scrivi.
 
Voglio solo rimarcare che siamo daccapo.
Molti immaginano che il calcio funzioni così: si manda in campo un giocatore per parte, ciascuno fa le sue evoluzioni e una giuria decide chi è il migliore tra i due: 1-0. E così via.
Il calcio è un gioco di squadra, con interpreti il più possibile adatti all'impianto di gioco prescelto. Quindi il problema non è se Aramu vale 61 piuttosto che 63, ma dove lo metti nel tuo schema di gioco e cosa ti può dare in più o in meno di chi c'è già.
 
Blessin ha fatto chiaramente capire che al momento c'è una formazione base e un modulo base.
Credo che sappia anche lui che tutti i ruoli sono migliorabili con sostituti di livello internazionale, ma quel che conta ORA è che ci sono ruoli con interpreti appena appena sufficienti per fare rendere i suoi schemi in serie B.
 
Centrale di difesa, terzino sinistro, centrocampista di destra avanzato, seconda punta.
A differenza di molti di noi, Blessin non crede che questi ruoli li migliori prendendo chiunque abbia un quid di classe in più, ma deve anche avere un insieme di caratteristiche che lui gradisce.
 
Chiaro che se al posto di Portanova ci metti Zaniolo, Blessin ha poco da dire, ammesso e non concesso che Zaniolo non scenda in campo scazzato. Ma se ci metti un giocatorino tecnico un po' fighetto, stile Suso, forse lui non sarebbe del tutto contento.
 
Quindi la valutazione dell'operazione Aramu deve rispondere ad altri interrogativi. Dove lo schiera?
Al posto di Portanova?
È la soluzione più logica, ma un giocatore che vagamente assomiglia ad Aramu c'è già. Si chiama Melegoni e in quel ruolo è una riserva di Portanova e probabilmente, quando starà bene, il terzo dopo Sturaro.
Se in quel ruolo Blessin vede Portanova e Sturaro, siamo sicuri che ci possa mettere Aramu senza modificare l'impianto di gioco?
Oppure Aramu diventa alternativo a Gundun?
 
Ogni giocatore ha un proprio valore intrinseco e un valore relativo.
 
Secondo me è più facile trovare un sostituto di Ekuban che un sostituto di Sturaro e Portanova nello schema di Blessin.
Togli Ekuban e ci metti Shomourodov (o anche El Sharawi al limite, per restare su quelli conosciuti da tutti) e migliori senza dover rivoluzionare l'idea di gioco, che in quel ruolo prevede aggressione della profondità.
Inserire un giocatore dai piedi buoni, ma con un raggio d'azione corto, su quella che dovrebbe essere la fascia destra, a me sembra una buona idea, ma forse per Blessin comporta dei problemi e richiede aggiustamenti.
 
Per altri ruoli, invece, problemi non ne vedo. Il centrale difensivo agile e veloce ha già il cliché di Ostigard. Se Blessin crede in Vogliacco, è probabile che verrà scelto un giovane da sgrezzare, tenuto conto che la coppia centrale di prospettiva dovrebbe essere, salvo incidenti di percorso, quella formata da Dragusin-Vasquez.
Il terzino sinistro non incide sullo schema di gioco. Ne prendi uno bravino a difendere e ad inserirsi a tempo e continua a fare quello che ha sempre fatto fin dalla scuola calcio, in Polonia, in Scozia, in Danimarca o in Finlandia.
 
Non credo che ci sia un problema portiere, perché mi devo fidare di chi li vede tutti i giorni e decide.
Ma lo spagnolo nel finale di partita col Benevento ha preso un gol su tiretto da 20 metri che lo para anche il Megu quando va in porta perché non ce la fa più a correre (dopo 5 minuti NDR).
Non condivido questa deriva di valutare un portiere per come usa i piedi, anziché per come dirige la difesa.
Semper ha dimostrato di avere un dominio assoluto dell'area di rigore, anche contro formazioni di alta serie A come il Milan a San Siro. Quando spiovevano palloni in area da destra e da sinistra io sorseggiavo la birra, perché vedevo un controllo assoluto e le precise indicazioni ai difensori. Idem su calci d'angolo e punizioni.
Per me questo è quello che distingue un ottimo portiere da un portiere buonino e Semper mi sembra da serie A o da Premier.
Ma, ripeto, in ogni caso non penso che mancheremo la promozione per colpa del portiere, chiunque sia.
 
In conclusione, valutiamo Aramu in base all'utilizzo che ne vorrà fare Blessin, non in assoluto. Lui ed altri eventuali arrivi consoni al sistema di gioco elaborato in allenamento, a differenza del passato.
E speriamo che negli altri tre ruoli migliorabili arrivino interpreti adeguati, visto che la scelta è più ampia e non incide sugli equilibri del sistema.
Subito o a gennaio, sperabilmente in ottica serie A.

Risposta al post di LajosDetari scritto il 11/08/2022 - 14:38
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto