Re:Re:Gasperini

anche se mi avessero assunto come addetto alla carta igienica
 
Oh, finalmente cominciamo ad affrontare argomenti seri!
 
Capisco che, dopo tanti anni passati a studiare il fenomeno calcio (e le peculiarità di altre discipline sportive), l'incarico di cui sopra ti potrebbe sembrare, di primo acchito, un po' minimalista.
Ma non occorre essere studiosi di psicanalisi per capire quanto la sfera fecale sia importante per comprendere tanti fenomeni, inclusi quelli che coinvolgono i sentimentalismi e i rimpianti di tanti "genoani medi".
 
Lo stesso Zangrillo si vanta di essere "genoano medio", da quando per un refuso sul suo biglietto da visita hanno omesso la "c" laddove era scritto "genoano medico".
 
Sono tempi grami e su certi argomenti non si dovrebbe scherzare.
Il tuo incarico come addetto alla carta igienica sarebbe tutt'altro che semplice e metterebbe a nudo un problema ben più grave ed urgente di quello dell'allestimento di una rosa competitiva.
 
Se i meccanismi aziendali non funzionano, nessun progetto può decollare.
Il comparto "carta igienica" potrebbe rivelarsi un intoppo capace di rendere sterile la conclamata rivoluzione dei 777.
 
Come potresti convincere la totalità dei genoani sull'uso abituale di una carta igienica di qualità, magari di provenienza estera, quando in loco pullulano editoriali ed elzeviri di incliti giornalisti che sembrano concepiti proprio per un uso igienico altamente economico subito dopo o anche durante la lettura?
Concorrenza sleale, ma purtroppo inevitabile.
Non potresti addurre ricorsi legali a tutela del copyright, perché il tuo prodotto è in rotoli, mentre loro offrono fogli.
Sembra un problema marginale, ma non lo è.
Come puoi fare passare una buona informazione sulla qualità del tuo prodotto quando ti obietterebbero che anche il Genoa di Preziosi "andava a rotoli" e si è visto il risultato?
 
Eppure approvvigionarsi seguendo il criterio della buona qualità, magari pescando in mercati emergenti attraverso la ricerca online, sarebbe conveniente. Purtroppo anche in quei mercati pullulano alternative a basso costo di origine giornalistica.
Ti rimarrebbe il tema della morbidezza, ma la massa dei genoani sembra piuttosto incline alla durezza motivazionale dei Nicola, o all'elettricità compulsiva dei Gasperini. Per tacere di quelli che che indulgono perfino all'uso improprio di pagine patinate, saccheggiando libri di fiabe e di chimere.
 
Nel caso che tu avessi già accettato l'ingrato incarico, ti sono vicino.
Comprendo le difficoltà, ma anche l'importanza del problema.
 
Ti confesso che, ritiratomi dall'agone professionale, per un momento ho concepito l'idea di tornare a scrivere un libro fondamentale per comprendere i tempi in cui viviamo e anche tanti retroscena del tifo.
Non mi addentro in anticipazioni sulla trama, ma ti posso annunciare il titolo: "L'arte negletta di pulirsi il culo".
 
Nel delirio di parole a cui ci stanno abituando gli stakanovisti della tastiera, inviti come "sciacquarsi la bocca" non valgono più. Occorre addentrarsi nel profondo dei condizionamenti psichici derivati dalla fase fecale. E una rivoluzione igienica in tal senso è a perer mio quanto mai necessaria.
 
Ma tornando ai tuoi incarichi sociali sono sicuro che se Zangrillo, medio e medico, ha la competenza per valutare le qualità degli allenatori, anche tu, che pure vanti ben consolidate competenze relative al calcio, potresti riciclarti con successo nel settore merceologico a posteriori.
 
Un unico appunto.
Prudenza nell'evocare figure come quelle di ufficiali della Guardia di Finanza alla presidenza del Genoa.
Alla spaccatura della tifoseria causata da Zangrillo e al problema della carta igienica, si aggiungerebbe il rischio di una spaccatura interna al Muretto dei GIR.
Temo che azionisti dell'Agenzia delle Entrate, come Enzo, o fautori della fiscalità monegasca, come Ianna, potrebbero obiettare.
 
Toglimi una curiosità.
Per quell'incarico come ti pagano? Con bonifico o con cash cartaceo?
 
Stammi bene e buon lavoro!

Risposta al post di Grifondoro70 scritto il 19/05/2022 - 13:20
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto