Re:Re:RITORNO AL BROGEDDO

Mi fa venire in mente quello che avevo notato tanti anni fa, direi una ventina, quando d'estate andavo a seguire i ritiri del Genoa per scrivere qui puntualmente i resoconti di quello che vedevo.
La cosa che ricordo con maggior chiarezza era il fatto che io guardavo tutti gli allenamenti, metre i giornalisti che scrivevano sui giornali che all'epoca leggevo arrivavano, di norma, solo negli ultimi 5 minuti di allenamento per le interviste.
Questo mi spiegava anche perchè quando mi capitò di parlare di tattica con il Professore e con Delio Rossi questi rimasero stupiti perchè "capivo il loro lavoro", e perchè invece litigai con Bruno Bolchi (che invece non capivo proprio).
Il giornalist asportivo è un mestiere bellissimo. Spesso fatto male perchè non basta saper scrivere, bisogna anche studiare e faticare per capire.
Blessin e Spors sono un libro da studiare sul comodino di persone che negli anni hanno faticosamente memorizzato un altro libro. Perchè faticare?
Quando non si ha più voglia di studiare e di scoprire cose nuove si lascia la mano, non si rallenta il mondo per adeguarlo a noi.
 
Detto questo: non adavo allo stadio da più di dieci anni. Nei miei primi 40 anni di vita ci sarò andato un migliaio di volte. Le ultime 4 le ho viste allo stadio e se la società continua su questa strada farò l'abbonamento in serie B. In pratica hanno resuscitato un morto (calcisticamente parlando) e vi assicuro che se non è un miracolo questo...
Ora spero che non mi deludano con restaurazioni prive di ogni senso logico. Altrimenti torno in letargo, e non credo che sarò l'unico.

Risposta al post di El Grinta scritto il 18/05/2022 - 16:01
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto