La vera colpa...

La vera colpa di Blessin e di Spors e' stata quella di riaccendere la speranza e causare cosi' lo scoramento degli ingenui ed offrire il fianco a quelli che convivono con l'atteggiamento forcaiolo.
Sapevamo tutti che la sorte era segnata dopo il Genoa-Spezia di ritorno e ci siamo resi conto subito che Spors ha operato fin da subito con in mente i futuri duo o tre anni. Andando a cercare gente che andasse bene sia per la A che per la B. Quella classe media che doveva costruire lo scheletro base della squadra, quelli che ti tieni per un po' e ti danno continuita' pur senza essere fenomeni.
Purtroppo, piu' per demerito dello scarso livello dell'attuale serie A e delle solite partite farlocche dell'ultimo quarto di campionato che per meriti della squadra, quella manovra fatta per utilizzare questi primi mesi come preparazione per la prossima stagione, stava per raggiungere il risultato che nessuno aveva programmato.
Ed ora dovremo sorbirci questo clima. Sperando che la stagione 2021-22 inizi subito con il piede giusto, perche' adesso siamo gia' all'idea assurda che i nuovi proprietari abbiano esaurito tutto il credito e debbano per forza non sbagliare piu' una mossa (concetto, questo,  espresso da Zangrillo nell'intervista post-partita).
Per me e' completamente illogico. Questi arrivano, hanno una societa' da riorganizzare, una situazione in classifica gia' compromessa ed adesso si pretende che dopo sei mesi abbiano gia' registrato tutto e debbano vincere subito?! Il tutto completamente incuranti delle voragini che l'ex proprietario sembra aver lasciato nei conti e che personalmente mi preoccupano ben piu' dell'abilita' di Spors e Blessin.
C'e' chi si lamenta auspicando l'arrivo di personaggi e metodi della passata gestione (che comunque ci ha messo quattro anni a riportare il Genoa in A, regalandoci anche una gita in serie C risolta solo grazie ai play off e con il corollario di punti di penalizzazione per la competenza dimostrata nel compilare la distinta). Che oltra a regalarci un lustro di agonia finale ci ha anche resi antipatici al resto degli apppassionati dell'Italia pallonara.
Il prossimo mercato sara' anche pesantemente condizionato dai fenomeni che ci hanno portati in B e che ora militano in turchia, in serie B, sulla panca dell'Inter o su quella dell'infermeria  e che il Genoa si dovra' tenere sul groppone con realtivi contratti onerosi per almeno altri due anni.
La realta' e' che per rimettere il club in corsa potrebbero ragionevolmente anche occorrere due o tre stagioni e personalmente lo trovo logico. 
Ma qui a dire che e' moralmente inacettabile non ottenere risultati subito ci si mette pure il presidente...  

Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto