Il Maestro e l'Allievo

Gli estimatori del "calcio di una volta" ieri sera si saranno divertiti un mondo.
Via il Tiki taká di Pep memoria, giammai il calcio champagne di Gigi Maifredi,il Foggia spettacolo di Zeman e quello Parmigiano Reggiano del nuovo Michels Ancelotti.

Nemmeno lo 0-0 perfetto di Giampy,il catenaccio alla Trap o quello mitico di Nereo Rocco,si è visto ieri sera ad Anfield,dove Parrucchino con la ennesima buona squadra a disposizione tra cui il nostro Romero,con elementi che potrebbero anche giocare finalmente a calcio, è riuscito a starsene dietro la linea della palla,ben raccolto in difesa con un 5-5-0 che non si vedeva nemmeno con Mandorlini.

Ieri sera contro il Liverpool che almeno tenta di giocare a calcio scendendo in campo ogni tre giorni, è riuscito a non perdere schierando Kane stopper aggiunto e le ali veloci a fare i terzini.
Uno spettacolo inverecondo.
A momenti vinceva pure con un contropiede dei suoi,che ha fatto risaltare il ciuffo alla Cesare Ragazzi.

Risultato è che il Liverpool ha di fatto perso il titolo,mentre a lui il pareggio serve a poco per andare in Champions e fare spendere altri soldi alla proprietà ebraica e all'impunito Fabiuccio,senza più pensieri di plusvalenze falsate e esami farsi di di italiano a Perugia.

Oggi a Salerno si replica con il coach da bordo ring più esaltato di lui.
Unica differenza tra i due è che almeno i capelli di Nicola sono suoi.
Chissà potrebbe dargliene per un vero e nuovo trapianto,ma non di gioco.

IannA

Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto