A Guest

Ma si oggi mi voglio travestire da Lavrov.

Il Muretto come Retequattro,Mashiro come Giuseppe Brindisi,Layos come PierSilvio Berlusconi Smile

Rifiuto l'invito garbato e gentile di Barbara Papillon e a costo di sanzioni economiche e pene corporali alla prima occasione utile,vado avanti sordo e imperterrito,ma non pensavo sinceramente che un economista Americano,mica uno del Pulitburo o Peskov,potesse tracciare una linea di disaccordo e non fosse almeno in parte condivisibile.

Ribadisco che il suo punto di vista,da parte mia lo è e pure largamente,esprimendo concetti e rinfrescando la memoria offuscata di chi ha rimosso e dimenticato troppo in fretta.

Ma non è di questo che voglio scrivere:

Dopo 30 anni di Hotel,in cui mi sono rotto la schiena e subito poche soddisfazioni e tante umiliazioni,un giorno una collega mi disse parole che mi sono rimaste impresse nella mente tutt'ora:

"Ricordati che qui sei un Ospite".

Ecco questo concetto e questa parola l'ho adottata nel mio grande piccolo qui sul Muretto,dove come tutti sono un Ospite,che gode di stima e amicizia e che si prende delle liceità e libertà che forse altri non hanno,senza mai ricevere un rimbrotto,una censura.

Nemmeno un cartellino giallo.

Eppure ne avrei meritati anche di rossi e di squalifiche in Tribuna.

In questi mesi, è vero che ho cercato di spostare l'attenzione su ben altri argomenti che non fossero i Palindromi,il centravanti boa alla Blessin.

Ho scritto del Lago dei Cigni proibito,ho cambiato il nome di un gruppo dall'incomprensibile danese all'immarcescibile e eternamente presente romano,ho citato il prossimo Nobel per la Pace Zelensky,tra un Nicola e un Capozucca, un Destro e un Vasquez.

Ma come ha scritto esemplarmente Papillon,lo ho fatto per Stimolare una discussione nella pause tra i vari pareggi,in attesa della matematica retrocessione, perché credo e ritengo che la maturità, l'esperienza ( e l'età avanzata)che ci siamo fatti sul Muretto, è tale da permettere una civile discussione tra amici e genoani,su questo spazio,che come ricorderai definì un "rifugio sicuro"da citazione di Lindo mica da Luciano o Damiano con bandiera del Parma al seguito.

E capisco perfettamente la linea editoriale nel non voler approfondire.

Legittima.Inappuntabile.

Come solo un ospite può accettare.

Sarà che sono rinchiuso in una camera da piu di una settimana tra vitamine e medicine,che ho sequestrato i vecchietti vicini del piano di sotto modello Azovstal,che tra poco mi farò prestare un carro armato per andare su e dire a quelli di sopra che le sedie e i mobili si sollevano da terra e non si trascinano,ma durante questo soggiorno forzato se mi sono permesso di scrivere e allegare link,tra cui quello del mio amico Jeffrey Sachs,lo ho fatto solo e soltanto per stimolare non sul Muretto,di cui mi sono a fatica astenuto nel non commentare, ma in ognuno di noi,nel nostro grande piccolo,riflessioni su un argomento e una situazione che si trova quasi sul pianerottolo di casa nostra.

Non ho bisogno tra l'altro di sapere e conoscere l'opinione in merito dei Writers.

Pensi veramente che da come,da cosa scrive uno di voi non lo sappia?

So bene come la pensa Mister Niet Lavrov,conosco l'equilibrio di Layos, le iperbole immaginifiche di Grifondoro,i riferimenti storici importanti di Nemesis,le lezioni economiche impareggiabili del Dottor Quattromazzi e le lucide analisi di Edoardo.

Vi conosco come uno specchio,sono il vostro Winston Smith Smile

Di certo,miei cari,qualunque cosa pensiate,scriviate su Nicola,Spors,Blessin,su Vladimir e Joe,mai e mai poi mai giudicherò e lancerò parole peggiori dei Sarmat:

"Sei vergognoso,mi fai schifo".

 

Sachs ha espresso un suo parere che riflette in parte quelli che si sforzano di guardare e pensare ad un conflitto con la loro testa,le loro riflessioni,senza adeguarsi o allinearsi al Popolino a pochi passi dal giustizialismo.

Un esempio?

Enrico quello che ha ricevuto in eredità il ruolo che fu di un altro Enrico,Berlinguer,si è indignato perché hanno fatto parlare e sparlare Lavrov in tv.

Ma ha sprecato una parola per l'estradizione quasi certa di Julian Assange che rischia di essere condannato a 175 anni di carcere americano ,per aver fatto "riflettere"il mondo intero sulle atrocità americane?

Si è per caso indignato quando la Fallaci intervistò Saddam,quando Monica Maggioni ora direttrice del Tg1 andò ad intervistare a casa sua il macellaio Assad, o Enzo Biagi che intervistò un paio di brigatisti rossi?

In attesa che Paolo Vanoli scappi dal Cska (cosa ci fa ancora là?)che BoJo si cambi il nome di battesimo dopo aver fatto entrare a Londra oligarchi,euro,rubli e petrodollari,che diano una stanzetta migliore a Wandsworth all'altro Boris,che le sue armi vengano abbattute in territorio russo,non prima di aver permesso a quegli arabi di comprare il Newcastle(il proprietario è il mandante dell'assassinio di Khashoggi altro che Abramovich), impedito di far giocare a tennis a Wimbledon una decina di russi che hanno la sola colpa di avere lo stesso passaporto e nazionalità del loro presidente,da cui si sono in qualche modo dissociati pubblicamente.

Il tutto senza considerare che la Uefa ha appena ieri escluso tutte le squadre calcistiche russe dalle competizioni sportive e che ,sempre per far riflettere,alle Olimpiadi di Pechino per Paraplegici hanno escluso quel tipo di atleti perché portatori di guerra e potenziali scudi umani dotati di dinamite e bombe a grappolo.

Di questa notizia sulle Home dei giornali più in voga nessuna notizia.

Ed è di calcio che parliamo,mica è Osservatorio Geopolitico di Mentana e Fabbri ogni giorno da più di due mesi.

E se per caso ti chiedo il 9 Maggio,il 17 Giugno o il 7 di Luglio,in qualche modo o maniera si firma una pace,si trova un compromesso e si mette fine a tutto compreso invio di armi americane (Nancy Pelosi ieri a Kiev"Armi all'Ucraina fino alla vittoria finale"),che facciamo?

Paolo Vanoli può restare al Cska Mosca,Bojo non si cambia più il nome, Medvedev e Rublev primi tennisti al mondo possono tornare all'All England Club,possiamo apprestarci ad accendere i condizionatori a tutta birra e continuare a pagare il gas alla Gazprombank unica banca non russa sanzionata affinché continui ad accettare soldi,rublo o euro che siano,?

"Se non ti occupi di politica la politica si occupa di te".

Eccola la riflessione principe,con una aggiunta non secondaria:

Quel pazzo criminale  assassino che sta al Cremlino,che fino a tre mesi fa TUTTI nessuno escluso al Mondo, è stato ricevuto e omaggiato in ogni dove,ha 6000 testate nucleari a disposizione.

Non è questo un buon motivo per cagarsi sotto e fare in modo che non li utilizzi se gli gira il belino,invece di fornire di armi a più non posso all'Ucraina che fino a tre mesi per il mondo intero era un popolo di badanti e di giovani donne per vecchi paralitici divorziati e non,senza donne e senza più erezioni?

"Quando terminerà la guerra non ci saranno più parole",mi pare disse Longanesi.

Ecco ci siamo quasi.

 

A me dispiace che devo stare ancora nel "bunker",sotto i "bombardamenti"dal piano di sopra e non posso essere oggi fino a Giovedi a Marsiglia con mio figlio a vedermi l'Om.

Oppure dovrei barattare la mia simpatia per Payet,per la città bellissima che mi ricorda Napoli,i libri e i luoghi di Jean Claude Izzo,solo perché quattro abelinati di magrebini sarebbero gemellati con otto scappati di casa del Tito Minchioni?

Edo,aggiungi alla già lunga lista l'Olympique Marseille,per favore Smile

 

Ianna

 

Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto