Re:Re:Conferenza Stampa Zangrillo

Ciao ti rispondo per i punti da te indicati:
 
1. Zangrillo: No, non era/e' il mio profilo preferito di Presidente e non solo ideologicamente o per le sue frequentazioni private. Avrei preferito un uomo di calcio, perche' dico io "anche basta" di quelli che "beh! un po' di calcio me ne capisco...". Qualcuno che nel calcio ci fosse vissuto, cresciuto, magari come giocatore, allenatore, dirigente magari non "uno di noi" ma con respiro internazionale (Milito? Diego non Gabriel Laughing out loud). Detto.
Per quel che riguarda le frequentazioni di Zangrillo non piacciono nemmeno a me. Ma non mi deve piacere che lui abbia amicizia con Berlusconi o Preziosi. Devo capire se la figura che hanno scelto, ha la capacità di fare quello che gli viene richiesto. E quindi un uomo di calcio come chiedi tu, non era la figura adatta per quello che viene chiesto al Presidente del Genoa. Sono stati chiari in conferenza stampa. Serviva una persona legata al Genoa, legata al territorio e che abbia respiro internazionale (vuol dire che sappia parlare inglese e che non si ammutolisca se deve parlare con qualcuno di straniero dal profilo alto o qualcuno di scafato). Per quel che riguarda una persona di calcio che poteva ricoprire questo ruolo posso vedere solo Milito e Motta, non sicuramente Marco Rossi o Onofri o chi altro. Per quello che ne sappiamo noi potrebbe anche essere che lo abbiano chiesto a Milito e che abbiano ricevuto risposta negativa. Ma Zangrillo, per quello che gli viene chiesto di fare, va bene.
2. Conferenza stampa: Quello che ho compreso e' che la sua posizione sara' da "link" (ripetuto almeno quattro volte) tra i seven seven seven (amabilmente Josh) e Genova. E conoscendo le volpi che si annidano sotto le sue ascelle non e' difficile comprendere che "Genova" non siamo io, te, noi ma...loro, ovvero i soliti potentati che questa citta' hanno svuotato ed impoverito per continuare ad arricchirsi. E allora da genovese, anche se lontano, e certamente si da esponente politico, mi metto in allerta gialla perche' per quanto ami questi colori solo dopo (al pari?) dei miei figli, sogni la stella e la champions non accettero' mai che il Genoa sia consapevolmente o inconsapevolmente un mezzo per violentare ulteriormente la nostra citta'. Sportivamente parlando invece e' stata la fiera delle ovvieta' e del question dodging (mi adeguo al nuovo corso). Questo ho scritto senza mai citare Josh che porello non aveva neppure la traduzione simultanea e quindi ha fatto a fidarsi.
Su questo la penso all’opposto rispetto a te. Quello che mi piace di questo nuovo corso è proprio il coinvolgimento del territorio e di Genova. Quello che mi permette di pensare (e sperare) che non sia un mordi e fuggi (alzo il valore del marchio Genoa e rivendo immediatamente), ma che ci sia veramente un progetto a lungo termine, è proprio il coinvolgimento della città e del territorio. Io sono andato via da Genova perché è una città meravigliosa, ma vecchia e ostile al cambiamento. Non possiamo pensare di essere la Superba, e avere le strade che sono sempre una lunga e interminabile sequela di macchine in coda, avere zone che si allagano al primo rivolo di pioggia. La città deve essere modernizzata. Ovviamente non servono inutili cattedrali nel deserto, ma opere che portino lavoro e benessere al territorio, e quindi a me, te e tutti i cittadini. Bisogna solo vigilare e richiedere che le opere che verranno proposte siano in linea con i bisogni della società e con la storia della nostra città, senza dire di no a qualsiasi proposta che verrà messa sul tavolo. Perché le opere portano lavoro e semplificano la vita alle persone, se sono ben progettate.
3. 777: Dall'annuncio del loro arrivo ad oggi non ho mai commentato il loro operato. Anche perche', ragionevolmente, c'e' ben poco da commentare. Preso per i capelli (che non ho) faccio qualche osservazione: non ho gradito il modo in cui si e' arrivati all'esonero di Ballardini. Non per Ballardini in se, fosse stato un altro sarebbe lo stesso. Delegittimazione, sputtanamento mediatico ed esonero ad attivita' in corso prima di una partita importante. Capisco che era ormai confuso, negativo e desiderasse solo andare via fregandosi la cassa (lo ha detto il Prez quindi ci crediamo sulla parola!) ma speravo che con l'avvento degli americani futuristi e scientifici almeno queste forme di Preziosi-Jersey Shore venissero bandite per sempre. Non mi sono strappato i capelli per Shevchenko che non conosco come allenatore e quindi non giudico anche se apprezzo la qualita' del suo team. Continuo a lamentare la mancanza di un DS, quello si importante di respiro internazionale che possa convincere a venire al Genoa, in questa situazione, giocatori forti e pronti perche' titolari nelle loro squadre, non gente ai margini dei margini. Perche' non saranno i Balon d'or di Sheva o l'inglese da crociera del nuovo presidente a fare la differenza ma il karisma di chi questi spesso li conosce anche personalmente e cosi' i loro procuratori. Non a Giugno ma ora, ieri, perche' se non ne metti almeno cinque che fanno la differenza con questa rosa vai giu' come un piombo.
Anche qui non sono d’accordo. Io stimo Balla, e lo ringrazio per quanto fatto al Genoa in passato. Ma non si può non vedere la differenza di operato tra questo esonero e il passato. Con Preziosi in carico Ballardini sarebbe stato esonerato alla 5 o 6 giornata, come sempre avvenuto. In questo caso gli si è concesso il tempo per dimostrare se era in grado di tenere a galla la baracca. La media punti e gli scontri diretti mai vinti hanno certificato che era il caso di cambiare. E non la telefonata di un senatore. I numeri impietosi, lo hanno definito. Perché se la valutazione dei numeri ci deve spingere a chiedere l’esonero di Juric, deve essere lo stesso anche per il nostro zietto. Io non ho visto tutta la delegittimazione che hai visto tu, semplicemente si è deciso che non andava più bene quella guida tecnica (che tra le altre cose sarebbe cambiata sicuramente a Giugno, cosa che tutti ci saremmo augurati se avessimo voluto veramente un nuovo corso più ambizioso). E la scelta di Sheva (invece di Nicola o Maran) va proprio nella direzione che auspichi tu, cioè quella di convincere giocatori di livello a sposare il progetto Genoa anche se a Gennaio dovessimo trovarci in fondo alla classifica, perché, se ti leggi le interviste dei giocatori del Milan, se ti chiama al telefono Maldini o Shevchenko o Seedorf, ti alzi in piedi anche al telefono e dici al tuo agente di prendere in considerazione la proposta. Se ti chiama Nicola, con tutto il rispetto per  Didi, fai partire la segreteria telefonica. E infine non è detto che un DS non stia già lavorando sotto traccia. Questo non lo sappiamo e non possiamo saperlo. Prendiamo come esempio quanto è avvenuto per l’allenatore. Nessuno aveva ipotizzato Sheva. E alla fine è arrivato lui.
4. I mantra: Per almeno 15 anni un numero consistente di tifosi genoani, anche non Preziosi boys, ha recitato il mantra "ci ha salvato dal fallimento". Avrebbero accettato qualsiasi cosa, anche la sodomia, recitando quel mantra. Mi auguro che non accada anche per la nuova proprieta' sostituendo il vecchio mantra con il nuovo "ci ha liberato da Preziosi". Questo, per evitare fraintendimenti, indipendentemente dal fatto che sia il primo ad augurarmi che questa sia veramente la volta buona.
Per ora vale il mantra “ci hanno liberato da Preziosi”. Però stiamo con le orecchie tese, ma valutiamo le cose che fanno non le ipotesi che escono sul giornale o le interpretazioni che possiamo dare a quello che dicono. Io ho dato tempo a Preziosi per vedere come agiva. Vuoi che non lo dia a questi che a parole sono zucchero per le mie orecchie. Credo che l’interpretazione di GdO sia corretta, e che si affideranno ai numeri anche per lo scouting e per altro. E quindi via al nuovo ciclo, dove la scienza e le statistiche fanno prendere le decisioni sportive e non l’amicizia col procuratore o la cagnotta a Lugano.
Infine un consiglio per tutti. Capisco che è difficile sperare dopo anni di calci nei coglioni. Ma cerchiamo di essere positivi. Non tanto per 777, ma per noi stessi. C’è la possibilità di vedere e di avere un futuro migliore. E allora sogniamo per un po’. E’ gratis e fa bene alla salute, soprattutto in un periodo di merda come questo.

Risposta al post di valt76 scritto il 23/11/2021 - 03:29
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto