Re:Re:Genoa 3 - Veronamerda 3

Secondo me la declinazione di 4-2-3-1 che vuol dare Ballardini è più simile al 4-3-3 che non al 4-4-2.
Infatti il primo tentativo di cambio tattico che ha provato a fare è stato cambiare la simmetria dei 3 in mezzo passando dal 2-1 classico a un 1-2.
Per provare a compensare in qualche modo la voragine in mezzo dove Ilic-Tameze-Barak ci han messo in crisi.
Idealmente Fares avrebbe dovuto allargare il loro centrale di sinistra, Kallon fare uguale con Casale, per cui Ilic teoricamente si sarebbe dovuto marcare Melegoni. Con Destro 1vs1 con il centrale.
Riportandoci in parità in mezzo.
E soprattutto non concedendogli la densità in mezzo.
Nel secondo tempo per ottenere lo stesso risultato ha messo Behrami, che ti da quella fisicità che manca a Rovella e Badelji.
Rovella che gioca perché è quello che nel breve è più veloce, non avendo più l'intelligenza di Strootman che compensava la lentezza con il posizionamento, hai bisogno di qualcuno che possa tenere il passo quando ti rubano palla per non far puntare troppo facile la difesa e Rovella è il più adatto. Forse meglio di lui Cassata e Sturaro ma sono entrambi in infermeria.
Touré e Badelji credo che abbia paura siano troppo lenti insieme.
Questo per come la leggo io.
Sempre per come la leggo io, che vale quel che vale, Cambiaso giocando 4o a destra è una discreta arma, se gioca facile, perché  può infilarsi dentro tagliando verso sinistra ma può anche andare al cross dall'altro lato.
Idealmente Kallon, probabilmente anche Ekuban dovrebbero imparare a giocare a specchio: gli avversari lasciano il taglio e tengno i piedi sulla bandierina: credo che il motivo per cui ci ha provato Melegoni con la Fiorentina sia che tatticamente gli sembra più sveglio.
Mentre dall'altro lato Fares più che altro deve dare supporto a Criscito sulla rapidità.
 

Risposta al post di Grifondoro70 scritto il 26/09/2021 - 11:40
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto