Re:Re:Bologna 2 - Genoa 2

Se poi trovassero barricate su stadio o altro, fanno presto a trasferirsi altrove.
 
Barricate direi di no.
Lo stadio è una questione che implica posizioni sentimentali e posizioni razionali, anche fra gli stessi genoani.
 
Certo, la soluzione auspicabile sarebbe un ridisegnamento urbanistico di tutta la zona, con un'arteria di scorrimento che dall'autostrada si colleghi alla sopraelevata e al lungomare in direzione Nervi.
Spostamento delle carceri, messa in sicurezza del bacino del Bisagno e a questo punto slittamento dello stadio di circa 50/70 metri verso le carceri.
Soprelevazione del terreno di gioco e degli spalti di almeno 5 metri per consentire l'accesso sotterraneo richiesto dalle norme UEFA senza scavare ulteriormente. Ristrutturazione dei servizi e di quant'altro e cacciata delle rumente.
 
Quanto costi e quanto tempo richieda questa soluzione è un dato decisivo.
 
In subordine si potrebbe acquisire lo stadio, cacciare le rumente e limitarsi alle opere essenziali di ristrutturazione. Avresti però un rudere di proprietà, con autorizzazione provvisoria e sempre sotto verifica da parte del Comune e problemi anche da parte dell'UEFA. Costerebbe poco ma rimarresti sul provvisorio e sempre in guerra con diversi gruppi di opinione, che la cacciata delle rumente renderebbe più forti.
 
La terza opzione è uno stadio nuovo. Andrebbero superate numerose lungaggini burocratiche e consolidato il debito, ricorrendo non solo agli sponsor ma anche ad abbonamenti a lungo termine.
 
Vanno commisurate le componenti sentimentali e i costi/benefici.
A priori tutti noi vorremmo il vecchio Ferraris, quello dove si andava con la camicia bianca della domenica, senza travestirsi da calciatori, con le bandiere e i tamburi, dove si stava in 60mila in piedi e dove quasi non toccavi terra quando la massa si spostava.
Ma se toccasse a noi decidere, anche i più accaniti non potrebbero fare a meno di mettere tutti gli elementi sul piatto della bilancia e tirare le somme.
Temo che la soluzione più probabile è che per almeno altri 3/5 anni le cose rimarranno tali e quali.
 
Invece vedrei bene la creazione di un centro sposrtivo anche molto decentrato, con residence per i calciatori che accettano il full time, servizi, ristoranti e tutto quanto. Una struttura valida per la prima squadra, per le giovanili e per la femminile, che potrebbe anche diventare un polo di attrazione per un complesso residenziale in prossimità. Una sorta di piccola Neustift permanente.
Questo è fattibile e toglierebbe molta pressione dalle mani di quei famosi genoaparassiti che Grifondoro aborre.

Risposta al post di Grifondoro70 scritto il 22/09/2021 - 16:42
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto