Re:Re:Genoa 1 - Fiorentina 2

Quindi io non darò mai etichette di bel gioco e per me esiste solo una differenza tra allenatori bravi e allenatori scarsi, dove gli scarsi non sono quelli costretti a fare un certo calcio per i limiti della rosa, ma quelli che non sanno adeguare la loro idea di calcio alla qualità della rosa.
 
Io concordo, ma intanto, prima di parlare di bello o brutto, bisogna stabilire una soglia minima che discrimini tra non gioco e gioco, se non faccio due passaggi di fila, se butto solo il pallone più lontano possibile, non faccio gioco, non rientro quindi nemmeno nella possibile distinzione.
Poi bisognerebbe imbracciare il machete e sfrondare più possibile i discorsi tipici che si fanno a posteriori a tabellino già scritto.
Ad esempio ho letto in questi giorni: come si fa ad accusare un allenatore come Ballardini di aver sbagliato i cambi quando pochi giorni fa, a Cagliari, li ha azzeccati tutti?
Abbiamo il brutto vizio di pensare che tutto ruoti attorno a noi, ieri è stato Biraschi il cambio perdente, quindi non è stato Saponara il cambio vincente, però a Cagliari sì, è stato Fares, peccato che i nostri goal siano arrivati grazie a Bellanova e Caceres, errori evidenti, e quindi per i cagliaritani sono stati quei due cambi a farli perdere, non quelli del Genoa.
Per cui, eliminati tutti questi discorsi che dipendono dal taglio che uno vuol dare, come faccio a stabilire se l'allenatore sa adeguare la propria idea di calcio alla qualità della rosa?
Dovrei dare la stessa rosa ad un altro, ma esattamente nello stesso momento, perchè tre mesi dopo può rientrarti un infortunato o possono finalmente entrare in forma giocatori determinanti, senza contare gli aggiustamenti sul mercato, ed è impossibile.
Allora devo almeno stabilire dei paletti, vedere formazioni con tutti i giocatori nel loro ruolo, vedere precise gerarchie tra giocatori di pari ruolo invece di tentare di farli coesistere per questioni imperscrutabili, Badelj e Rovella, col risultato di andare a cascata a spostare altri giocatori in ruoli non adatti, vedere una tenuta atletica all'altezza della categoria, vedere svincolarsi da veterani la cui presenza in squadra, da anni, ha sempre significato salvezza comprata all'ultima giornata, e vedere prendersi anche qualche responsabilità su come è stata costruita la rosa.
Ad esempio in attacco la vicenda Destro è parsa più un problema col tecnico che societaria, e il fatto che un allenatore che schiera sempre due punte a qualunque costo, improvvisamente si vede costretto a metterne solo una perchè, evidentemente, non ritiene i due giovani all'altezza della rotazione da titolari, non può essere solo una questione societaria quando lo stesso tecnico, pochi mesi prima, per fare il "piacione" era arrivato a magnificare uno dei due.
O anche l'allontanamento di Cyborra in prestito per poi scoprire di voler giocare a 4 non ha alcuna giustificazione.
 

Risposta al post di edoardo777 scritto il 20/09/2021 - 12:39
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto