B come Bologna

Autore: 
Ianna

Fine delle illusioni:
Si ritorna rovinosamente con i piedi per terra dopo la vittoria del derby, sperando che il tonfo creatosi stasera non abbia fatto un buco a terra cosi profondo da scavarci una fossa per tutti.
 
Dopo un primo tempo incoraggiante,con qualche occasione discreta, è seguita una ripresa che definirla al piccolo trotto sarebbe offendere i cavalli che sgambano per le aperture di fiato mattutine.
 
Un solo dato eloquente,alla pubblica visione di tutti che può ben fotografare l'andamento del cosidetto match:
Se per caso si fosse giocato ad oltranza,anche fino a domani sera,siamo pressochè certi che il trio Pinamonti,Favilli e Destro,non avrebbe non solo mai segnato,ma nemmeno impensierito Handanovic.
 
Questa la dice lunga sull'inconsitenza tecnica e fisica dei nostri Tre Moschettieri,che nel secondo tempo,solo a risultato acquisito hanno impegnato,per modo di dire, il portiere sloveno con una telefonata di Destro soprannominato il Predestinato,che ha svegliato il torpore del numero uno interista.
 
A ciò si aggiunge la ridicola partita del Capitano,che sarà pure stanco e in non perfette condizioni,ma raramente lo abbiamo visto cosi insipido,lento,svogliato,malgrado il cartellino giallo avuto quando ha cercato di ritirare il numero di targa di Moses,il quale sembrava un Frecciarossa contro una bici con due ruote bucate.
 
In tutta questa mediocrità generale si è inserita la Beneamata dell'odioso Parrucchino di Lecce,che pur avendo cambiato sei undicesimi dall'ultima,ha schierato la coppia titolare come se la Juve fosse ancora lì a portata di mano,ma specie nel secondo tempo,dopo un primo  normale,non si è spremuta piu di tanto e ha vinto una partita che anche se avessimo miracolosamente pareggiato,avrebbe fatto infuriare solo l'allenatore allo stesso tempo più ignorante e pagato d'Italia.
 
Finisce con un risultato secco ed inequivocabile,forse pure esagerato,che non cambia le rispettive ambizioni in quanto per il Genoa saranno fondamentali le prossime due gare,mentre per l'Inter ci sarà il raggiungimento del mitico secondo posto,primo traguardo degli eterni perdenti e "migliori dopo i primi della classe".
 
Oltre a non essere mai in partita in tutta la ripresa,l'assurdo si è raggiunto quando abbiamo avuto  la più grossa occasione per pareggiare,causata dall'ex Ranocchia che ricordandosi del suo passato in rossoblu e dato che i suoi avversari non lo avevano mai impensierito,ha pensato bene di servire nel bel mezzo della ripresa,il debuttante Rovella,il quale avanzando, invece di servire sul destro alla sua sinistra Pinamonti,ha scelto scelleratamente di servire Building Favilli, il quale è incespicato sul pallone permettendo anche il recupero di Ranocchia stesso.
 
In pratica ad avere la palla per il pari potenziale e ideale,ce la hanno fornita loro e noi da polli non la abbiamo nemmeno sfruttata.
Il massimo della incapacità.
 
Tolto il gol di Lukaku su spintarella leggera a Zapata e un colpo di spalla mista a testa dello stesso colombiano quando si era ancora sullo 0-1,il Genoa non si è mai visto se non per una punizione di Jagiello di poco a lato e un colpo di testa per il raccattapalle in Nord dell'esausto e incosistente Pinamonti nel primo tempo.
 
Se qualcun pensava pure di battere l'Inter scesa in campo con la sua seconda squadra e a cui non abbiamo fatto nemmeno il solletico quando ci ha pure invitato ad avvicinarci alla sua area di rigore,non ci resta che affidarci  alle nostre minime possibilità e perchè no al Bologna del doriano Mihajilovic,che se dovesse suicidarsi in casa domani all'ora dell'abbacchio,ci porterebbe al delirio collettivo e ad una nuova puntata dello Stress Minuto per Minuto.
 
All'Inter che ci ha salvato due volte negli ultimi anni,Candreva rigore parato e Handanovic con Empoli all'ultimo minuto,non si può imputare nulla se non aver Pignacolada in panchina,uno juventino chiamato dai cinesi per vincere quello che solo con tre genoani l'Inter è riuscita a vincere.
 
E a tal proposito  il nostro Leader Minimo cosa penserà di questa esibizione della sua squadra,da chissà quale Lido la avrà vista,da Ibiza,Capri o Forte Dei Marmi e quali strategie politiche ed economiche ha in serbo con Marotta,Ausilio e ragionieri vari?.
 
Pronti per il trading e la Plusvalenze ?
 
Se finisce la Pacchia per lui,noi ce ne andiamo in B,ma il "miglior presidente del dopoguerra"farà ancora con metà dei presidenti di serie A i Giochi Preziosi che gli hanno permesso la sopravvivenza e qualche conticino in mezzo alle Isole?
 
Qui c'è da salvare la baracca e i burattini e da quel che sembra ,dopo stasera,a cagarsi sotto non siamo solo noi tifosi per la nostra dignità e passione, ma lui per le braghe e gli offshore.
 
Ianna   
 
 

Commenti

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.

Tutto molto corretto.   Ci

Tutto molto corretto.
 
Ci ritroviamo anche quest'anno a sperare di trovarne una messa peggio di noi per il terzultimo posto.

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.