Re:Re:Mission Not Impossible

Secondo me in questa finestra non ci sono nemmeno le tradizionali tre lire per i prestiti onerosi: uno tra Kalinic, Mandzukic, Younes e forse anche Politano - insomma lo scarto di una big amica per sei mesi - in passato Preziosi probabilmente l'avrebbe preso, tra buoni uffici e pagherò, invece stavolta niente. (La Samp è associata a Suso, per dire: secondo me è fantamercato ma il fatto che il nome del Genoa nemmeno salti fuori come voce mi pare indicativo) Addirittura non si sente odore nemmeno di fumo negli occhi, cioè di qualche fascinoso sudamericano o iberico caduto in disgrazia a Lisbona o a Siviglia (operazioni in stile Belluschi, Ocampos, Diego Capel, Lisandro Lopez etc, da cui una volta su dieci esce un Perotti) con cui il 71 in passato avrebbe provato a dare l'impressione di provare a metterci una pezza. Se è per prendere i Castro e i Parigini o qualche altro intercambiabile che va ad aggiungersi a rotazioni già inconcludenti meglio chiudere il mercato oggi e lavorare su quello che si ha, che comunque per valori tecnici è secondo me lievemente superiore a Lecce, Brescia e Spal.
Non credo che Nicola possa metterci in pari con squadre che hanno un gioco collaudato da mesi - perché è modesto lui, ma anche perché non ci riuscirebbe nemmeno Guardiola - ma forse può provare a trasformarci in una squadra che lotta per non retrocedere, il che a mio parere non ha tanto a che vedere con la grinta o la corsa e altri concetti da fan di Manuel Coppola quanto con la concentrazione e la gestione degli episodi.
A Verona meritavi di perdere e magari avresti perso lo stesso, perché loro in questo momento ti sono nettamente superiori, ma la partita si era messa in modo tale per cui davvero potevi sgraffignare senza merito un punto o anche tre, e non puoi regalarla così. Devi almeno vndere cara la pelle. Il rigore regalato da Romero - senza voler crocifiggere lui, davvero - non può esistere se ti vuoi salvare: così le perdi tutte. Come non può esistere la dormita di Sturaro col Toro o le follie di Agudelo e Pandev a Lecce, e ne dimentico apposta altre. Con questa stessa squadra orrenda e tutti i nostri problemi, se avessimo strappato agli episodi 3, 4 o 5 punti in più la classifica avrebbe già tutto un altro aspetto, anche psicologicamente.
Quindi, come si fa? La lucidità non si allena per magia e nemmeno con lo psicologo sportivo, ma dei metodi banali ci sono: prima di tutto consolidare un gruppo di titolari che sappia cosa fare e sappia cosa aspettarsi dai compagni, invece di giocare in uno stato di perenne tensione perché quello che ti gioca accanto cambia ogni partita. E poi togliendo di mezzo quei due o tre che essendo immobili costringono i compagni a correre il doppio e quindi a perdere lucidità. Guardacaso la mussa grave in area non la fa mai Criscito: Criscito è sempre a margine dell'inquadratura, tagliato fuori dall'azione, che guarda il disastro come un vecchietto guarda il cantiere.

Risposta al post di CrisciTalebano scritto il 14/01/2020 - 17:45
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto