Re:Re:Servi mediatici ,veline societarie e ignoranza calcistica

No ma secondo me quello è molto diverso.
Infatti Gasperini si è molto edulcurato rispetto a quel punto di vista.
Oggi se non ha gli esterni puri (come non lo sono Ilicic e Papu) non è che li obbliga a sfiancarsi fino alla linea dei terzini. Non è che mette i terzini nel tridente.
Lui gioca in quel modo li, aggressione all'avversario altissima, uno contro uno a tuttocampo, calcio basato al 90% su una condizione fisica estrema e sull'abgnegazione totale dei giocatori al sistema di gioco, anche perché se fai uno contro uno da tutte le parti e uno molla l'avvesario, diventano immediatamente cazzi da cagare.
Certo si espone alle praterie dietro la schiena dei centrocampisti, se qualcuno lo picciona in quel modo li (l'aveva fatto Montella nel derby perso 3-2, che poi abbiamo quasi raddrizzato, ma siamo stati ad un passo dal 4-0) e l'aveva inchiappettato di malo modo Spalletti dandogli 7 goal a San Siro. Però, al di la del "modo" di giocare su cui non arretra, non è che in carenza di esterni mette i mediani o i terzini nel tridente pur che sia, tipo i memorabili Fatic e Tomovic a Roma, tenendo Figueroa in panca....
Quindi il discorso che vale per Motta è quello, non impiccarsi al sistema di gioco e mettere gente fuori ruolo pur di stare nel 4-3-1-2 o quel che è, ma giocare sempre col suo modo, fraseggio, possesso palla, anche rischioso, anche estremo, sempre con la gente che sa palleggiare in campo e sempre con l'idea di portare la palla per andare a offendere e chiamarsi il pressing per farsi spazio dietro la schiena degli avversari fra le linee, farli scoppiare e poi castigarli.
 
 

Risposta al post di zeus65 scritto il 03/12/2019 - 16:33
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto