Re:Re:Champions ot

Ma guarda che le società organizzate si sono sermpre affidate a degli esordienti.
Donadoni, Mancini, Ancelotti, Grosso, Costacurta, Stellone, Gattuso, Inzaghi Pippo e Simone, Guardiola... potrei andare avanti all'infinito.
Puoi azzeccarli e sbagliarli, ma il punto focale è che non puoi lasciarli abbandonati a se stessi. Non è che hai Spalletti o Ranieri o Prandelli, allenatori navigati che possono sopperire alle mancanze, fare i team manager, i DS e perfino i presidenti alla bisogna.
Ma se tu prendi un giovane esordiente, alla Juric, alla Liverani o anche alla Thiago Motta, a prescindere dalla personalità e dalla capacità, li devi svincolare da qualunque mal di testa che non sia la stretta gestione del campo e dello spogliatoio e tutto il resto deve funzionare come un orologio svizzero.
Juric è naufragato per limiti suoi, ma essenzialmente perché ha dovuto gestire cose più grandi di lui e per le quali ti prepara forse solo 20 anni di carriera. 
Andreazzoli è una cosa diversa. Ha iniziato bene, ha fatto risultati discreti, ha sbagliato qualcosina, ma nel limite del tollerabile (e comunque poi bisogna vedere le cose a gioco lungo, magari certe provocazioni nello spogliatoio erano parte di un disegno diverso) ma poi è stato sfiduciato pubblicamente. Non è stato un azzardo in se, tanto è vero che i risultati erano arrivati. 

Risposta al post di zeus65 scritto il 08/11/2019 - 11:56
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto