La notte di Cagliari

Autore: 
tidon grifo

Era una prova decisiva per misurare la nostra consistenza con una squadra probabilmente abbordabile che aveva fuori alcuni elementi decisivi, in un organico complessivamente migliore del nostro, e la prova l’abbiamo fallita.
Preziosi forse spronato dalle critiche sembrava aver fatto una squadra più equilibrata degli anni scorsi ma dopo un avvio promettente ora siamo già alle due sconfitte di fila
Essendoci un turno infrasettimanale, Andreazzoli cambia cinque elementi della formazione vista sinora e fanno il loro esordio Pajac e Favili, oltre che Biraschi, con Saponara e Ankersen
Il primo tempo è equilibrato, si direbbe che il Genoa riesca anche ad articolare qualche schema di gioco in più rispetto al classico lancio lungo per le punte, che comunque aveva pagato a Roma e con la Fiorentina
Però il Cagliari mostra già quel pizzico di agonismo in più che forse sarà decisivo
Un tiro pericoloso dei rossoblù isolani deviato in angolo da Radu e un colpo di testa di Kouame su cross di Schone sono le occasioni più eclatanti di un primo tempo in cui giochiamo alla pari e in fondo la partita è piacevole con diversi rovesciamenti di fronte.
Il giovane Favilli purtroppo appare totalmente evanescente e da rivedere sono le prove degli esterni, Ankersen e Pajac.
Ma subito all’inizio del secondo tempo una prodezza di Simeone porta in vantaggio il Cagliari
L’immagine orrenda di Preziosi compare in filigrana dietro al nostro svantaggio, Simeone è uno di quei giocatori che, dopo aver fatto discretamente bene da noi, sono stati velocemente ceduti come tutti.
E che poi irrimediabilmente ci fanno gol.
E per tutto il secondo tempo siamo spariti, con un Cagliari che si difende senza affanno ed è sempre pericoloso in contropiede.
Schone tenta di dirigere una squadra abulica che si muove al rallentatore e non crea alcun pericolo.
Entrano Pandev Lerager e Sanabria
Sanabria non è pervenuto, Lerager presente ma defilato, l’unico che combina qualcosa è Pandev con un taglio in profondità che spizzato da Sanabria a Kouame produce un insperato pareggio, il bel tiro di Kouame spiazza il portiere dei sardi e si insacca, a sette minuti dalla fine della partita.
Passa un minuto e il Cagliari si rovescia in avanti con feroce determinazione e Zapata, che fino ad allora non aveva sfigurato, infila la nostra porta.
E subito dopo un contropiede porta due uomini del Cagliari soli davanti a Radu ed è tre a uno.
Il nostro pareggio momentaneo si è rivelato inconsistente e quasi impercettibile
Sconfitta cocente e in fondo giusta
La discreta partenza del Genoa aveva in parte rinfocolato gli irriducibili preziosiani che ora si troveranno spiazzati ma in fondo nulla mina la loro fiducia verso il presidente che ci tiene in serie A
La simpatia e la misura di Andreazzoli avevano conquistato un po’ tutti
Ma adesso dobbiamo renderci perfettamente conto di esser in grado di perdere in casa con l’Atalanta e di prendere tre gol a Cagliari.
Tutto da rifare, tutto da rivedere
Preziosi vattene